iroke Melissa Panarello Miriam Bendìa oroscopo vip

Paola Tavella: la Scrittura, il Femminismo, Genova e il Kundalini Yoga

Anche i supereroi hanno bisogno di praticare!
Image property of Costanza Coletti ©

 

Nata sotto il segno dei Gemelli, Paola Tavella è giornalista, scrittrice e femminista. Con il nome di Mehtab Kaur, pratica e insegna Kundalini Yoga e Meditazione, come tramandato da Yogi Bhajan, a Roma e a Genova. Fino al 4 maggio scorso, l’avrete vista (dal lunedì al venerdì) su Raitre, nella trasmissione Senso Comune: commentava le notizie con Guru Jiwan Kaur.

E, da oggi, siamo orgogliosi e felici di annunciare che la trovate anche qui. 🙂

Paola Tavella sotto un ginkgo biloba - foto di Uttamjit Stefania J. Marino
Questa foto è stata scattata l’autunno scorso dalla mia amica e sorella Uttamjit Stefania J. Marino sotto la pioggia di foglie d’oro di un ginkgo biloba.

Che cos’è il Kundalini Yoga? E chi era Yogi Bhajan?
«Yogi Bhajan è un grande Maestro che ha strutturato un metodo di yoga chiaro e di facile fruizione, in modo che chiunque possa godere dei suoi benefici. È morto nel 2004, dopo aver formato migliaia e migliaia di insegnanti e aver dedicato tutta la sua vita al bene dell’umanità.

Lui ha voluto che il Kundalini Yoga fosse una pratica funzionale e utile per donne e uomini attivi, non una disciplina da vivere nella solitudine e nella rinuncia.

Era nato in Punjab, era di religione Sikh, ma ha trascorso gran parte della vita in Occidente, viaggiando e insegnando.

ll Kundalini Yoga è lo Yoga della consapevolezza, l’eredità di conoscenze tecniche e spirituali trasmessa per tradizione da migliaia di anni. Combina forma, respirazione, movimento, meditazione, rilassamento. È l’arte della sequenza, del ritmo e del suono.

Lavora sul corpo (ma non è una ginnastica) con i kriya, sequenze di posture e movimenti connessi con particolari respirazioni. Attraverso la pratica fisica la circolazione sanguigna è stimolata, i tessuti e gli organi sono depurati e fortificati, il sistema ghiandolare viene bilanciato, il sistema nervoso rafforzato.

Con il Kundalini Yoga si agisce sul sistema nervoso centrale e periferico, distendendo le tensioni create dallo stress quotidiano e aiutando a contenerne gli effetti deleteri.
Sugli organi interni, massaggiandoli e migliorandone le funzionalità fisiologiche. Sul corpo in generale, il quale ritrova una nuova flessibilità e tonicità.

Sul controllo dell’emotività, permettendoci di agire nel quotidiano con rinnovata tranquillità, forza, bellezza, senso del benessere, elevato senso di consapevolezza, aumento dell’intuito, eliminazione di abitudini negative, creatività.

Oltre e contemporaneamente al lavoro di equilibrio sul corpo, attraverso il rilassamento, la respirazione e la meditazione, il Kundalini Yoga agisce con un processo progressivo anche sull’energia mentale e la concentrazione, donando l’esperienza di una calma interiore profonda.

Amplia la radianza che migliora a sua volta il nostro impatto sul mondo esterno. Aiuta a riconoscere i nostri modelli e schemi negativi, a dissolvere ansia, depressione, frustrazione in una visione più profonda, reale e sottile (spirituale) del nostro esistere.»

Paola Tavella sotto un ginkgo biloba | Foto di Uttamjit Stefania J. Marino
Paola Tavella sotto un ginkgo biloba | Foto di Uttamjit Stefania J. Marino

Come hai scoperto il Kundalini Yoga e perché hai deciso di iniziare a praticarlo, prima, e di insegnarlo, poi?
«Me lo ha consigliato un’amica, Bia Sarasini, che poi ha sperimentato anche altri metodi di meditazione.

Invece a me la pratica calzava come un guanto e dopo averla provata una prima volta non la ho più lasciata.

Non posso immaginare di vivere senza, dunque ho cominciato a insegnare per gratitudine e per restituzione, perché altri imparassero ciò che ha salvato me

Paola Tavella sotto un ginkgo biloba | Foto di Uttamjit Stefania J. Marino
Paola Tavella sotto un ginkgo biloba | Foto di Uttamjit Stefania J. Marino

Qual è il tuo nome spirituale e cosa significa?
«Mi chiamo Mehtab Kaur e il mio nome spirituale è un piccolo enigma. Quando Yogi Bhajan me lo assegnò disse che significa Principessa che è il Sole. Ma nel contempo Mehab è un nome di origine persiana che significa chiara luce della Luna. E però, meditandoci su per molti anni, ho capito che la Luna e il Sole non possono essere disgiunti, poiché sono la più sacra coppia di opposti e insieme formano l’Uno. O l’Una, come piace pensare a me.»

Paola Tavella sotto un ginkgo biloba | Foto di Uttamjit Stefania J. Marino
Paola Tavella sotto un ginkgo biloba | Foto di Uttamjit Stefania J. Marino

In quale evento della tua vita (bellissimo o bruttissimo) lo yoga è stato prezioso?
«Durante il divorzio da un uomo che mi ha lasciata, con un bambino di due anni, dopo 12 anni di matrimonio. Se non avessi avuto la pratica sarei impazzita di dolore e di rabbia, invece oggi penso che tutto sommato mi sono salvata…
Wahe Guru!»

Giove Liberté
Giove Liberté, compagno di mille avventure!

Tre motivi per i quali i nostri lettori dovrebbero praticare il Kundalini Yoga…
«Salute del sistema nervoso, flessibilità della spina dorsale, efficienza ghiandolare. Ma la meditazione è il dono più prezioso di tutti

Cavalcare il cammello rende flessibile la spina dorsale e nello yoga noi pensiamo che ognuno ha l’età che la sua schiena dimostra.

 

…Esistono invece dei motivi per i quali non si dovrebbe praticare?
«Forse, ma io non li conosco.»

maestro di kundalini yoga
Questo viso meraviglioso, questi occhi che ridono sono quelli del mio maestro e benefattore adorato. Un ragazzo messicano del Sessantotto e della giungla, l’uomo più libero, spiritoso e sofisticato che ho mai incontrato. Lui dice “tutto quello che sai è quello che senti”.

Dove ci consigli di fare lezione, a Roma?
«Quando è a Roma, con Guru Dev Singh, il maestro vivente dell’arte della cura attraverso la contemplazione che si chiama Sat Nam Rasayan (circolo di Kundalini Yoga).
Poi sono molto legata a Guru Jiwan Kaur, insegnante straordinaria, generosa e instancabile, che insegna allo Shakti Lab (via di Forte Bravetta).
Infine amo moltissimo lo stile di insegnamento di Prem Kaur, al Centro Basant Prem di San Lorenzo. È da lei che ho mandato i miei figli.»

Paola Tavella sul set di Senso Comune (Rai 3)
Sul set di #SensoComune – tutte le sere feriali su Rai3 alle 20.20 – con una giacca reversibile in seta e cotone disegnata e prodotta dalle mie amiche Sibilla e Lara di FabindiaRomeItalianCollection.

Quali altre passioni ti rendono ciò che sei?
«Il femminismo e la scrittura. Sono giornalista e ho dedicato alla libertà delle donne tutta la mia vita.
Poi adoro la mia città, Genova. Vivo a Roma come in esilio, noi genovesi siamo fatti così.»

Paola Tavella sul set di Senso Comune (Rai 3)
Paola Tavella con Guru Jiwan Kaur sul set di Senso Comune (Rai 3)

Nuovi progetti in cantiere?
«Un romanzo che uscirà presumibilmente a febbraio 2019, e che parla del Kundalini Yoga, della meditazione, di Guru Dev Singh.»

Paola Tavella

Se tu fossi un libro, quale?
«Non posso sceglierne uno solo, sono una biblioteca intera

ariete segno zodiacale © kudryashka
Il tuo segno zodiacale (e il tuo ascendente)?
«Gemelli, ascendente …»

Ti abbiamo riservato una sorpresa molto speciale, l’oroscopo della nostra astrologa Melissa Panarello

«Paola è un Gemelli ascendente Bilancia, il suo è quindi un tema molto arioso se consideriamo anche la Luna in Gemelli.

Giove, in Bilancia e in congiunzione perfetta con l’ascendente, la rende autorevole, carismatica, di certo una persona che non passa inosservata soprattutto per la finezza del suo pensiero e ancor di più per come riesce a esporlo.

La parola domina l’intero tema: da una parte Giove, appunto, che la rende grande oratrice e quindi anche ottima insegnante, capace di elargire i propri insegnamenti con gioia e spirito di autenticità; dall’altro Mercurio congiunto al Sole, in Gemelli e in nona casa, fa di lei una persona molto curiosa che ascolta con reale interesse e conserva informazioni che potranno tornarle utili in un secondo momento.

È sempre grazie a Mercurio e al Sole nella casa dei viaggi e delle speculazioni filosofiche se il suo interesse verso lo yoga e le culture lontane è sempre vivo e sempre in continuo aggiornamento ed espansione.

Fonte inesauribile di storie, Saturno in terza casa la rende instancabile scrittrice.»

 

 

Se anche tu hai una domanda per Paola o vuoi chiederle un consiglio sul Kundalini Yoga, non esitare… Puoi farlo qui!

 


Miriam BendìaMiriam Bendìa

Tra un viaggio e l’altro, vive a Roma.
Ha scritto un pugno di libri, l’ultimo lo potete leggere qui.
Come Philippe Daverio, sostiene che la vita con l’arte talvolta migliora l’arte della vita.

Sogna molto, la notte. E ha imparato, al risveglio, a fidarsi delle proprie visioni oniriche.
Da grande – dice – sogna di fare la scrittrice.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.